Crostata della zia Beppa

crostata.JPGNon è la classica crostata a base di pasta frolla, ma è veramente buona e decisamente più leggera. L’impasto può essere utilizzato non solo per le crostate classiche, ma anche per quelle ripiene, secondo la fantasia del momento e ciò che offre la dispensa di casa. Ho passato la ricetta alle amiche e l’ultima versione sperimentata da Franca era una crostata ripiena di marmellata di albicocche e pesche tagliate a fettine. L’abbiamo mangiata a ferragosto ed era veramente squisita.

Con le dosi seguenti, faccio più crostate; una, normale, nella teglia del forno ( cm 30 x cm 30) ed una farcita in una teglia più piccola ( cm 28 x cm 22). Ho provato a dimezzare le dosi, ma c’è qualcosa che non mi convince. Preferisco perciò fare più pezzi e regalarli, oppure surgelarli.

crostate.JPG

INGREDIENTI

  • 600 g. abbondanti di farina
  • 300 g. di zucchero
  • 3 uova intere
  • 150 g. di burro fuso, lasciato intiepidire
  • una bustina di lievito vanigliato per dolci

PROCEDIMENTO

Disporre la farina a fontana sul piano di lavoro e versare lo zucchero; rompere le tre uova intere nell’incavo centrale e cominciare ad amalgamare gli ingredienti con una forchetta, partendo dalle uova. Unire un po’ alla volta il burro fuso continuando ad usare la forchetta. Aggiungere il lievito per dolci e lavorare l’impasto con le mani; se l’impasto dovesse risultare appiccicoso, unire un po’ di farina.

Con il mattarello stendere la pasta in una sfoglia sottile, sia per la crostata tradizionale, sia per quella ripiena.

Bookmark and Share



4 Commenti a “Crostata della zia Beppa”

  1. nini scrive:

    mmm, deve essere proprio buona,..peccato non c’è la foto, è sempre bello vedere..

  2. admin scrive:

    a breve (quando Francesco, mio figlio, mi insegnerà…) inserirò anche le foto di tutte le ricette…ho comprato la macchina fotografica digitale!

  3. Il battesimo di Elena: il rinfresco scrive:

    […] Crostata della zia Beppa […]

  4. La festa del mio compleanno scrive:

    […] Crostate ( 2 ; le ho preparate e surgelate la settimana precedente) […]

Se ti è piaciuta la ricetta, lasciami un commento o un consiglio