Spaghetti alle acciughe e capperi

 

spaghetti-alle-acciughe-e-capperi.JPG

Gli spaghetti alle acciughe sono un piatto che mi riportano all’infanzia; la mia mamma li cucinava con frequenza settimanale, di solito il venerdì, giorno di vigilia, insieme al baccalà in umido. Del resto l’unico pesce che mangiavamo in campagna era quello sotto sale; l’unico pesce fresco che conoscevo erano le “laschine” dell’Ambra, il torrente che scorreva ai piedi della fattoria. Quando qualcuno ce ne portava un po’, la mamma le infarinava e le friggeva. Il pesce fresco di mare l’ho assaggiato a dieci anni, la prima volta che sono andata al mare a Marina di Grosseto e il sapore di quella frittura lo sento ancora nella bocca!

Non ricordo come la mamma cucinasse quegli spaghetti; ricordo solo che mi piacevano tantissimo e che nuotavano nell’olio.

Li ho ripescati nella mia memoria, quando la nostalgia dell’infanzia, dei luoghi e delle persone che non ci sono più ha cominciato a diventare una costante. La mia versione è diversa, sicuramente più leggera, ma ugualmente buona.

Ingredienti per due persone

  • 200 g. di spaghetti
  • 2 acciughe sotto sale
  • due spicchi d’aglio
  • alcuni pomodorini ciliegino
  • un cucchiaio di capperi
  • olio evo
  • peperoncino

Procedimento

Mentre la pasta cuoce, mettere in un padellino un po’ d’olio e quando è caldo, unire gli spicchi d’aglio tagliati a fettine e le acciughe dissalate, diliscate e sminuzzate finemente. Far cuocere a fuoco lento fino a quando le acciughe non si sono sfatte. Aggiungere 5 o  6 pomodori ciliegini freschi o conservati, schiacciarli, unire un po’ di peperoncino e far cuocere 5 - 6 minuti.

Con la salsa condire gli spaghetti

Bookmark and Share



Se ti è piaciuta la ricetta, lasciami un commento o un consiglio