Anatra arrosto in porchetta

 elenascuola-etruschi-044.JPG

L’anatra in porchetta, o meglio la nana in porchetta, è un arrosto tipico aretino, che ho imparato a cucinare “rubando con gli occhi” le modalità di preparazione, ogni volta che me ne capitava l’occasione.  Viene benissimo cucinato nel forno a legna, ma va bene anche un normale forno.

Ingredienti

  • un’anatra  già pronta per la cottura
  • sale
  • pepe
  • alcuni capi di aglio
  • finocchio selvatico essiccato ( gambi e fiori); in alternativa usare i fiori di finocchio essiccati, reperibili nei migliori negozi di macelleria
  • olio evo

Procedimento 

Far cuocere per alcuni minuti nell’acqua bollente i capi d’aglio, scolarli e farli raffreddare.

Lavare e asciugare l’anatra.

In un piatto mescolare sale, pepe e fiori di finocchio.

Praticare delle incisioni nel petto e nelle cosce e in ognuno introdurre uno spicchio d’aglio passato nel composto di sale, pepe e semi di finocchio.

Strofinare il composto di sale, pepe e finocchio sia all’esterno che all’interno dell’anatra.

Riempire la cavità con il finocchio selvatico essiccato e con gli spicchi d’aglio.

Sistemare l’anatra in una teglia con poco olio ed infornare nel forno già caldo a 200°. Portarla a cottura girandola ogni mezzora circa. Il tempo di cottura dipende dalle dimensioni dell’animale; occorrono comunque circa 2 ore. La cottura può essere verificata bucando la carne con un forchettone; se dai fori non esce liquido, la carne è cotta.

Sfornare, far riposare la carne una  decina di  minuti, tagliare e servire.

Bookmark and Share



2 Commenti a “Anatra arrosto in porchetta”

  1. roberto scrive:

    dovrebbe venire ottima anche se all’aretina

  2. marchingegno88 scrive:

    In casa mia, si aggiunge anche una salsiccia dentro la “nana” in modo che quest’insaccato, sciogliendo i propri grassi durante la cottura, faccia sì che l’arrosto non diventi troppo secco.

Se ti è piaciuta la ricetta, lasciami un commento o un consiglio