Fichi caramellati di “Nonna Flumma”

Ricetta inviata da Gigia

Settembre per me vuol dire pentole al fuoco con la frutta più varia, ricordi di odori e sapori mai dimenticati, la mamma e la sua cucina a legna sempre in funzione.

Questa ricetta è quanto ricordo; da anni li rifaccio e sono graditi a tutti, specialmente a Lello. Forse lo zucchero deve essere meno di quello indicato. Io faccio ad occhio.

INGREDIENTI

  •  2 kg di fichi dottati, integri e con il picciuolo
  • 700 g. di zucchero
  • un limone non trattato

PROCEDIMENTO

In una larga pentola, alta circa 30 cm, disporre i fichi insieme allo zucchero e al limone tagliato a piccoli pezzi. A pentola scoperta portare il tutto ad ebollizione, abbassare la fiamma e far cuocere adagio per circa un’ora, girando delicatamente con un cucchiaio di legno.

Quando il liquido sarà ridotto notevolmente e il tutto avrà preso un bel color caramello, versare i fichi nei contenitori.
La mia mamma li “deponeva amorosamente” in zuppiere. Io uso vasi di vetro e li capovolgo.

Bookmark and Share



8 Commenti a “Fichi caramellati di “Nonna Flumma””

  1. MrJob scrive:

    Ciao, prima di tutto complimenti per il blog!
    Se vi va, visto che sei esperta di cucina, volevo segnalarti una community che avevo in testa e che ho creato: www.cityfan.it
    Visto che ce ne sono pochi utenti esperti di cucina e capaci di dare un giudizio critico, potresti recensire i ristoranti e le pizzerie non per l’architettura e il servizio, ma per come si mangia!
    Verrò a leggerti spesso, così ingrasso virtualmente!!!!
    A presto!

  2. lilith scrive:

    Bellissimo questo sito! Sono capitata quì per caso e me ne sono subito innamorata, non ho potuto fare a meno di linkarvi, complimenti!!!

  3. nevio scrive:

    Non credo che sia la ricetta corretta perche’ mi mammma li faceva in maniera diversa.
    Intanto lasciava in fusione i fichi con lo zucchero per diverse ore .
    poi li faceva cuocere a fuoco lento senza girare

  4. mau scrive:

    Nevio ha ragione quando afferma che “la su mamma” le faceva riposare qualche ora (abbondante, mia nonna il giorno prima) in compagnia dello zucchero. Ma la ricetta che hai presentato si adatta meglio ai giorni nostri privi di tante ore libere. La tua ricetta è buonissima ed il sapore dei ricordi invariato, l’ho provata or ora:) complimenti!

  5. elisabetta scrive:

    La ricetta mi è piaciuta moltissimo, ma ho un problema che forse tu puoi risolvere…
    Quando invaso, il caramello diventa subito duro e appicccicoso e, ahimè, i fuchi pure…:-(

  6. sabrina scrive:

    CIAO MARCELLA, SONO CAPITATA PER CASO, CERCAVO PROPRIO I FICHI CARAMELLATI..LI HO FATTI COME DICE LA TUA RICETTA, LI VENDERO’ AL MERCATINO DEL TEMPO CHE FU’ DOMENICA A SUBBIANO.SONO BUONISSIMI, IO HO AGGIUNTO ANCHE LE NOCI, GRAZIE CIAO CIAO E COMPLIMENTIIII

  7. Barbara scrive:

    ho fatto con la tua ricetta i fichi caramellati. buoni, ma metterli nei vasi è stato broblematico MOLTO PROBLEMATICO. Sono buonissimi. C O M P L I M E N T I|

  8. patrizia pompignoli scrive:

    ho fatto i fichi caramellati con lo stesso sistema pero’ mettendo molto meno zucchero essendo i fichi gia’ di per se’ molto dolci. Anch’io li lascio riposare una notte prima di cuocerli (cosi’ faceva la mia mamma). Visto che metto meno zucchero (250 gr. per chilo) una volta invasati li faccio bollire a bagno maria per 20 minuti.

Se ti è piaciuta la ricetta, lasciami un commento o un consiglio