Frolla leggera senza sensi di colpa

frolla-leggera-beppa-23.JPGfrolla-leggera-beppa-23.JPG

 frolla-leggera-beppa-24.JPG

 frolla-leggera-beppa-25.JPG

È una frolla  leggera, con poco burro e con meno uova rispetto alla pasta frolla tradizionale, ma altrettanto buona: è l’impasto che fin da piccola ho visto preparare alla zia Beppa. Le crostate in casa sua non mancavano mai, né nelle occasioni speciali, come i pranzi di Natale e di Pasqua, né a Follonica, dove da Aprile a fine Ottobre, la potevamo trovare o in spiaggia a giocare a carte o in cucina a preparare marmellate e conserve. Ed ogni volta c’era sempre una bella fetta di una delle sue mitiche crostate.

La dose indicata permette di preparare più crostate, in base chiaramente alla dimensione delle teglie; in passato ho provato più volte a dimezzare le dosi, ma il risultato non mi ha mai soddisfatto, c’era sempre qualcosa che non andava bene. Così ho fatto come faceva la zia: un unico impasto di frolla leggera, con cui l’ultima volta ho rivestito una tortiera da 26 cm, una da 22 e tre da 15. Certo, cinque crostate tutte insieme sono troppe, ma questo tipo di frolla si conserva facilmente perché si presta ad essere surgelata.

Si può surgelare in panetti, oppure già stesa nella teglia con la carta forno; si può addirittura surgelare la crostata già cotta, magari in teglie piccole. Prima di andare a letto basterà ricordarsi di toglierla dal surgelatore e la mattina potremo fare una colazione genuina, sana e dal sapore spettacolare.

INGREDIENTI

  • 600 g. abbondanti di farina
  • 300 g. di zucchero
  • 3 uova intere
  • 150 g. di burro fuso, lasciato intiepidire
  • la buccia di un limone grattugiata
  • una bustina di lievito vanigliato per dolci

PROCEDIMENTO

Versare la farina in una terrina, aggiungere lo zucchero, il lievito e la buccia grattugiata del limone.

Con una forchetta mescolare tutti gli ingredienti e fare un incavo al centro. Unire le tre uova intere e con una forchetta, partendo dal centro, cominciare ad amalgamare gli ingredienti, unendo il burro fuso un po’ alla volta. Una volta amalgamati, rovesciare l’impasto sul piano di lavoro e continuare ad impastare utilizzando, se necessario, altra farina in piccole quantità. Formare una palla, sistemarla in una terrina e coprirla per non farla asciugare troppo.

Sulla carta forno disegnare e poi  ritagliare il contorno delle teglie che si intende utilizzare. Prelevare dall’impasto una quantità di frolla adeguata alla tortiera, disporla al centro della carta forno ritagliata e, partendo dal centro, stenderla con il mattarello in una sfoglia sottile. Appoggiare la pasta frolla con la sua carta nella tortiera, rifilare i bordi con la rotellina dentellata e cospargerla di marmellata. Stendere con il mattarello un po’ di impasto ( si possono benissimo utilizzare, reimpastandoli, i vari avanzi) dandogli una forma rettangolare . Con la rotellina dentellata tagliare delle strisce ed incrociarle sulla crostata. A questo punto non resta che infornare….

Bookmark and Share



2 Commenti a “Frolla leggera senza sensi di colpa”

  1. Crostata con ricotta e fragole scrive:

    […] un rotolo di pasta frolla già pronta, oppure di pasta frolla leggera ( per la ricetta cliccare qui) […]

  2. Torta alle prugne con crema di mandorle scrive:

    […] in una tortiera; se si desidera una frolla leggera fatta in casa, cliccare qui per la ricetta ( frolla leggera) e ricordare di foderare la tortiera con carta forno. Punzecchiare la base con una forchetta, […]

Se ti è piaciuta la ricetta, lasciami un commento o un consiglio