I biscotti della” Bibi piccola” ( ricetta inviata da Bibi)


2 hg farina/ 1 uovo/ 50 gr burro/ 1 hg zucchero poco latte mezza bustina lievito.
Stendi, ricava le formine. Cuociono 10 12 minuti ca. (sec la grandezza delle forme e lo spessore della frolla).
Questi me li preparava la mia cara adorata mammina (che ora non c’è +).Era la mia colazione.
Custodisco gelosamente i quaderni di ricette della mamma e della nonna.Ho 35 anni …..ma la mamma mi manca tantissimo…Era una mamma speciale…La sento sempre accanto a me. Mi ha dato così tanto affetto che mi basterà x tutti i giorni che avrò davanti. Io vivo nel suo amore.

Bookmark and Share



3 Commenti a “I biscotti della” Bibi piccola” ( ricetta inviata da Bibi)”

  1. Marcella scrive:

    @Bibi. I tuoi biscotti sono così pieni di affetto che d’ora in poi li preparerò sempre per la mia cucciola. Mi piacerebbe tanto che conservasse di me lo stesso ricordo che tu hai della tua mamma! Grazie

  2. Bibi scrive:

    Grazie, Marcella per aver pubblicato tutte le ricettine che ti ho inviato…E x avermi dato la tua fiducia, pur non avendole ancora sperimentate (devi provarle…).
    E’ vero, questi biscotti hanno proprio “I SAPORI DEI RICORDI”…Sono buonissimi xchè “sanno di mamma”.Chi ha provato un dolore simile al mio potrà capirmi…I ricordi sono preziosi tesori da custodire. Ci danno forza, ci accompagnano in ogni momento della giornata regalandoci gioia e pace.

    “Madre dove sei, mille volte mi domando ma un silenzio grande quanto la tua assenza mi risponde… Gli occhi mi vanno al cielo e in una disperata ricerca tra le nubi si riempiono d’un angoscia infinita. Spero nell’ingenuità del mio dolore, di avere un segno una piccola luce, un suono qual cosa che mi sussurri: Sto qui sono felice. Sogno ad occhi aperti di abbracciarti, di vederti e in una amara follia mi illudo circondandomi delle tue cose. Ora la morte per me s’è dipinta di rosa, fra il terrore e la paura s’è aperta una via luminosa che squarcia le tenebre e che conduce a te. In questa speranza trovo la PACE e la forza di VIVERE, perchè sicuramente all’ultima stazione ti troverò ad attendermi e sarà una GIOIA cosi grande che sarà come rinascere.”
    (Mirella Narducci)

  3. Marcella scrive:

    @Bibi. Grazie a te, carissima, per le belle parole he mi hai regalato. Non ti conosco, ma sei sicuramente una persona speciale.

Se ti è piaciuta la ricetta, lasciami un commento o un consiglio