Pappardelle fatte in casa

teresa-e-nonna.jpg

teresa-e-nonna.jpg

pasta-fresca-alluovo-fatta-in-casa-15.JPG

 

So benissimo che si chiamano pappardelle, ma io continuo a chiamarle maccheroni perché da piccola, quando la domenica mattina la nonna mi diceva “ Vieni, oggi si fanno i maccheroni!” per me era una gran festa.

E la rivedo con i capelli raccolti a crocchia, la “pezzola” annodata sulla nuca e l’immancabile grembiule, prendere i suoi attrezzi, spianatoia e mattarello, e poi, con mani esperte e gesti rapidi, impastare uova e farina, tirare una sfoglia sottile e tagliarla in larghe strisce…Nonostante una simile scuola, non sono mai riuscita a tirare sfoglie  perfette come quelle della nonna, le mie hanno sempre una forma un po’ bislacca e qualche grinza qua e là, ma nonostante la loro imperfezione che soddisfazione portare in tavola un piatto di pasta fresca all’uovo fatta in casa!!!

 

Ingredienti per  6 persone

  • 400 g. di farina
  • 4 uova
  • 1 cucchiaio di olio evo
  • sale

Procedimento

Versare i 400 g. di farina in una capiente terrina e incavarla  al centro. Rompere le uova,  versarle nell’incavo con un po’ di acqua tiepida e il sale  e, aiutandosi con una forchetta, cominciare a mescolare la parte liquida  e la farina  fino a quando l’impasto diventa omogeneo ed ha assorbito la parte liquida.

A questo punto rovesciare il composto sulla spianatoia infarinata e  cominciare ad impastarlo in maniera piuttosto energica,facendogli incorporare altra farina ( fino a quando la prende) e prestando  attenzione alla consistenza dell’impasto che deve essere morbido e asciutto. Impastare  per una decina di minuti, fino a quando risulterà liscio ed elastico. Per verificarne l’elasticità premere un dito nella pasta; se il buco si richiude, l’impasto è pronto; in caso contrario impastare ancora.

Quando l’impasto è pronto raccoglierlo in due panetti lisci  e farli riposare per una mezzora coperti da un canovaccio

Trascorso il tempo del riposo stendere la pasta  in sfoglie con il mattarello o con l’apposita macchina sfogliatrice.

Se si usa il mattarello, infarinare la spianatoia , mettervi un panetto di pasta e appiattirlo con una leggera pressione della mano.

Stendere la pasta  con il mattarello fino a quando avrà raggiunto lo spessore di circa mezzo cm. A questo punto arrotolarla su se stessa e tagliarla in strisce larghe circa 2 cm.

Versare le pappardelle  in acqua bollente già salata e cuocerle per 3-4 minuti dalla ripresa del bollore.

Scolarle, lasciandole ben umide, e condirle con il ragù  preferito.

 

 

Bookmark and Share



Se ti è piaciuta la ricetta, lasciami un commento o un consiglio