Petto di pollo al gorgonzola e noci

pollo-gorgonzola.jpgE’ un piatto facile da preparare, veloce e molto molto buono!

Ingredienti per sei persone

  • 2 grossi petti di pollo
  • 200 g. di gorgonzola dolce
  • un bel po’ di gherigli di noce tritati grossolanamente
  • un bicchiere di vino bianco
  • poca farina
  • olio extravergine di oliva, burro, sale e pepe

Procedimento
Lavare il petto di pollo, tagliarlo a piccoli pezzi e infarinare leggermente.

In una larga padella ( capace di contenere tutta la carne in un solo strato) far scaldare l’olio e il burro, aggiungere i petti di pollo infarinati, salare, pepare e far rosolare dolcemente. Versare un bicchiere di vino bianco e proseguire la cottura, a recipiente coperto, per circa 15 minuti.

Quando il pollo è cotto, toglierlo dalla padella e tenerlo al caldo. Aggiungere al fondo di cottura il gorgonzola tagliato a pezzettoni e farlo sciogliere su fuoco bassissimo. Se il fondo si addensa troppo, diluirlo con un po’ di latte o vino bianco. Unire il pollo, i gherigli di noce ed amalgamare bene il tutto. Servire caldo.

Bookmark and Share



3 Commenti a “Petto di pollo al gorgonzola e noci”

  1. susina scrive:

    Mi piace!!!!! ottimo abbinamento di sapori!!!!! Complimenti!!! ^-^

  2. Cristina scrive:

    Io sto cucinando giusto adesso sia il petto di pollo che il latte alla portoghese..dall’odore che emanano direi che sarà sicuramente una cena perfetta e speriamo che il mio ragazzo apprezzi…altrimenti niente cene per due anni…comunque grazie alle sue ricette semplici e veloci da preparare è riuscita a farmi entrare in cucina…speriamo bene :)))))))

  3. Marcella scrive:

    Cara Cristina,
    voglio sperare che il tuo ragazzo sia più sensibile di quanto lo era mio marito da giovane. Eravamo appena sposati, io ancora non insegnavo e mi piaceva fare la brava moglie che, con il pranzo già pronto e la tavola apparecchiata, aspetta il ritorno del marito, stanco dopo una giornata di lavoro. Avevo preparato un polpettone a base di patate lesse e tonno sott’olio. Gli avevo dato la forma del pesce, gli avevo fatto gli occhietti con i capperi, la bocca con una striscia di peperone e i baffi con due ciuffi di prezzemolo. E per finire avevo disegnato le squame con la maionese! E sai quale fu il commento di mio marito?
    < < Se mettevi in tavola tonno e patate lesse, andava bene lo stesso.>>
    Lo avrei fulminato, ma non mi sono lasciata scoraggiare.

Se ti è piaciuta la ricetta, lasciami un commento o un consiglio