Pollo in umido

pollo-in-umido.JPG

La cottura in umido era una delle cotture più utilizzate nella tradizione popolare, perché l’umido fa “comparsa”, con pochi pezzi di carne ci mangiavano in tante persone e con il sugo ci condivi la pasta o ci “rifacevi”, dopo averle fritte,  le verdure che l’orto offriva, dal sedano, ai carciofi, alle costole delle bietole.

E mentre il pollo cuoce, la cucina si riempie del ” classico odore del desinare della domenica. È quello, inebriante, del sugo che sobbolle nel tegame…” -Luisanna Messeri -

 

Ingredienti per 4-6 persone

1 pollo già pulito e tagliato a pezzi

1 spicchio d’aglio

2 carote

2 cipolle medie

2 gambi di sedano

1 rametto di ramerino

1 bicchiere di vino rosso

30 g circa di porcini secchi fatti rinvenire in acqua tiepida

400 g circa di pomodori pelati

sale

pepe

olio evo

 

Procedimento

Tritare nel mixer o a mano con la mezzaluna le carote, la cipolla, il sedano e l’aglio.

Scaldare l’olio in una padella antiaderente e far rosolare i pezzi di pollo per una decina di minuti fino a quando saranno ben dorati su tutti i lati.

Aggiungere il battuto di odori, il sale, il pepe, il ramerino, i funghi strizzati e tritati e far soffriggere dolcemente per un’altra decina di minuti.

Quando  il tutto avrà preso un bel colore, versare il vino e farlo evaporare.

A questo punto aggiungere i pomodori e un mezzo bicchiere d’acqua, coprire la padella e far sobbollire per 40-50 minuti, fino a quando il pollo sarà diventato tenero.

Servire ben caldo.

 

 

Bookmark and Share



Se ti è piaciuta la ricetta, lasciami un commento o un consiglio