Risotto alla monzese

risotto-alla-monzese-10.JPG

 risotto-alla-monzese-6.JPG

“La Giubiana era una strega, spesso magra, con le gambe molto lunghe e le calze rosse. Viveva nei boschi e grazie alle sue lunghe gambe, non metteva mai piede a terra, ma si spostava di albero in albero. Così osservava tutti quelli che entravano nel bosco e li spaventava, soprattutto i bambini. E l’ultimo giovedì di gennaio andava alla ricerca di qualche bambino da mangiare. Ma una mamma, che voleva molto bene al suo bambino, le tese una trappola. Preparò una gran pentola piena di risotto giallo allo zafferano con la luganega e lo mise sulla finestra. Il profumo era delizioso, da far venire l’acquolina in bocca. La Giubiana sentì il buon odore, corse con la sua scopa verso la pentola e cominciò a mangiare il risotto. Il risotto era tanto,  ma era così buono che la Giubiana non si accorse che stava per arrivare il sole, il sole che uccide le streghe. Così la Giubiana morì e il bambino fu salvo”.  ( Fonte:  https://it.wikipedia.org/wiki/Giubiana)

Ecco come nasce, secondo la leggenda, il risotto alla monzese, un primo piatto tipico della cucina brianzola, il cui ingrediente  principe è la luganega di Monza, sottile salsiccia dal profumo delicato. Ho scoperto e cominciato a cucinare questo saporitissimo primo piatto durante le mie permanenze a Villasanta, quando vado a casa di mio figlio a fare la nonna. A Villasanta, chiaramente, cucino il risotto alla monzese con la luganega, ma quando torno ad Arezzo, lo cucino con le nostre salsicce e il risultato è sempre eccellente.

Ingredienti per 4

 

  • 320 g di riso per risotti
  • 400 g di luganega o salsiccia
  • 1 cipolla
  • brodo di carne o vegetale q.b
  • 1 bel bicchiere di vino bianco secco
  • una bustina di zafferano
  • sale
  • pepe
  • parmigiano
  • un po’ di olio evo
  • una noce di burro

 

Procedimento

Tritare finemente la cipolla e farla appassire nell’olio; unire il riso e mescolare per farlo tostare. Versare il vino sul riso e farlo evaporare. Coprire il riso a filo con il brodo caldo e lasciar sobbollire fino a quando il brodo si sarà asciugato. Portare a cottura aggiungendo il brodo caldo via via. Salare e pepare.

Nel frattempo sbucciare la salsiccia, tagliarla a tocchetti e farla rosolare ben bene su tutti i lati in una padella antiaderente.

Quando il riso è ancora un po’ al dente, toglierlo dal fuoco, unire salsiccia, parmigiano, burro e zafferano e mescolare per amalgamare bene gli ingredienti.

 

 

 

 

Bookmark and Share



Se ti è piaciuta la ricetta, lasciami un commento o un consiglio