Il panforte è per me il dolce di Natale per eccellenza, quello che preferisco, quello che non può mai mancare sulla mia tavola e quello che immancabilmente mi riporta all’infanzia, a quelle giornate di festa in cui ci si divertiva con niente. Bastava un panforte, un tavolo, un mestolo di legno per misurare le lunghezze dei lanci e tanta voglia di giocare e scherzare: a turno davanti al tavolo, grandi e piccini, lanciavamo il panforte sul lato opposto cercando di avvicinarci il più possibile al bordo. Il giocatore più bravo era quello che riusciva a far rimanere il panforte in bilico, senza farlo cadere, sul bordo del tavolo. E quando ci eravamo stancati di giocare, il panforte veniva tagliato a spicchi e finalmente mangiato!!!

 

Ingredienti per uno stampo a cerniera di 18 cm per un panforte alto o di 20 cm per uno meno alto

  • 150 g. di miele d’acacia
  • 100 g. di zucchero a velo
  • 250 g. di mandorle
  • 50 g. di nocciole
  • 300 g. di canditi (cedro e arancia)
  • 150 g. di farina 00
  • un cucchiaino scarso di mix di spezie o di cannella
  • un cucchiaino di estratto di vaniglia
  • una cialda (ostia)

Procedimento

Mettere la cialda sul fondo di uno stampo con il bordo a cerniera e tagliare la parte eccedente dell’ostia.

Riunire in una terrina le mandorle, le nocciole, i canditi tagliati a piccoli pezzettini e la farina. Mescolare molto bene.

Sciogliere su fuoco basso in una casseruola il miele con i 100 g di zucchero a velo. Appena il miele e lo zucchero si saranno sciolti, versarvi il composto di mandorle, nocciole, canditi e farina; unire anche la cannella, l’estratto di vaniglia e amalgamare bene il tutto.

Versare il composto preparato (che risulterà molto appiccicoso) nello stampo e pressarlo molto bene con le mani bagnate. Infornare nel forno ventilato già caldo a 180° per circa 20- 25 minuti o in quello statico a 200 per circa mezz’ora. La superficie deve essere ben colorata.

Sfornare, lasciar intiepidire, sformarlo delicatamente e cospargerlo con abbondante zucchero a velo.

  1. Pingback:Scorze di arancia candite

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *