Le fave, preziosa fonte di sali minerali e proteine, sono da sempre l’ antidoto contro la fame nera dei diseredati di ogni tempo. La mia nonna Caterina, fonte di saggezza popolare, diceva sempre  “ Gnocchi, rape, fave e ceci due ti saziano per dieci” .

E quest’anno il nostro orto ha prodotto fave in quantità, così, dopo aver mangiato le prime, quelle più tenere, con il pecorino, ho deciso di sperimentare nuove ricette, scovate qua e là, dopo averle riadattate alle esigenze della mia famiglia.

Ingredienti per due

  • 200 g. di pasta corta
  • 200 g. di fave fresche sgusciate e private della buccia che le riveste, se troppo dura
  • un cipollotto freco
  • una salsiccia
  • 4 cucchiai di olio evo
  • pecorino grattugiato
  • sale
  • pepe

Procedimento

Tagliare sottilmente il cipollotto e metterlo a soffriggere a fuoco lento in una padella con l’olio e  con  la salsiccia sgranata. Appena il tutto ha preso colore, aggiungere le fave, salare, pepare, unire un po’ d’acqua e cuocere, a recipiente coperto, per una ventina di minuti.

Lessare la pasta e, una volta cotta, versarla nella padella e far mantecare dopo aver aggiunto il pecorino grattugiato.

CategoriesSenza categoria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *