Le frittelle di mele, una delle specialità del Trentino, sono diffuse in tutto in Nord Italia, ma la mia mamma le preparava già negli anni ’50, su richiesta della vecchia Contessa che, prima di arrivare a Montalto, era stata dama di compagnia presso la Casa Savoia. E quando le preparava per lei, ne lasciava sempre qualcuna anche per me, che ne ero ghiottissima!

Ingredienti

  • 3 mele renette
  • 150 g di farina
  • 200 g di latte
  • 2 uova
  • 1 cucchiaio di zucchero + altro per la copertura delle frittelle
  • 2 cucchiaini di lievito per dolci
  • il succo di un limone
  • olio di arachidi

Procedimento

Mettere 1 cucchiaio di zucchero e le uova in una terrina e mescolare bene, anche con le fruste elettriche. Aggiungere un po’ alla volta e alternando la farina setacciata con il lievito e il latte.

Coprire terrina con la pellicola e far riposare un po’ la pastella.

Togliere il torsolo alle mele, sbucciarle, tagliare a fette di almeno ½ cm e bagnarle con il succo di limone per non farle annerire.

Una volta tagliate tutte le mele a rondelle, tuffarle nella pastella e friggerle poche alla volta in abbondante olio di semi già caldo.

Quando le fette saranno belle dorate su entrambi i lati, prelevarle con la schiumarola, metterle su carta assorbente e subito dopo girarle in un piatto con abbondante zucchero.

Servirle tiepide.

Sono ottime accompagnate con un buon gelato alla vaniglia.

Categoriesricette tipiche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *