G

Gnocchi al sugo di coniglio

“Ricordate il mangiare sano e casalingo, il profumo di sugo di coniglio, la domenica mattina che usciva da quasi tutte le case, la gara a chi lo faceva più buono e non si buttava vi niente. La testa veniva meticolosamente disossata e la pelle veniva data a noi ragazzi che si riempiva di paglia e si faceva seccare al sole, per venderla ai vari raccoglitori di pelli??” da un monologo di @luigilollyboncompagni

Ingredienti per quattro persone

  • un coniglio diviso in 12 pezzi già lavato e pronto per la cottura
  • il fegato del coniglio
  • 1 carota piccola
  • 1 gambo di sedano
  • 3 spicchi d’aglio
  • 1 cipolla
  • ½ bicchiere di vino bianco
  • 3 cucchiai di passato di pomodoro
  • 3 cucchiai di concentrato di pomodoro
  • circa 700 ml di brodo vegetale
  • sale
  • pepe
  • ½ bicchiere di olio evo

 Procedimento

Preparare un battuto fine con carota, cipolla e sedano e farlo rosolare dolcemente in una casseruola con l’olio.

Nel frattempo sistemare in una larga padella e preferibilmente in un unico strato la carne e il fegatino e mettere su fuoco vivace affinchè il coniglio “faccia l’acqua”, che andrà via via eliminata (questo procedimento toglie all’animale il sapore di selvatico). Quando la carne non rilascerà più acqua, aggiungere nella padella aglio, sale, pepe e un giro d’olio e farla rosolare ben bene, girandola spesso.

A rosolatura avvenuta, trasferire la carne nella casseruola con il battuto di odori e lasciar insaporire per una decina di minuti, mescolando di tanto in tanto.

Versare adesso il vino bianco e farlo sfumare. Togliere dalla casseruole il fegatino e i pezzi della parte superiore del coniglio. Appena saranno intiepiditi un po’, disossarli e tritarli insieme al fegatino con la mezzaluna o con il mixer; il trito deve risultare un po’ grossolano.

Rimettere il battuto nella casseruola e farlo insaporire per alcuni minuti.

A questo punto diluire il concentrato e la passata in circa ½ litro di brodo e versarlo sulla carne. Alzare la fiamma e far riprendere il bollore; abbassare la fiamma e far sobbollire lentamente a tegame scoperto per un’ora abbondante, fino a quando la carne sarà tenera tenera. Se il sugo si asciugasse troppo, aggiungere altro brodo caldo. Usare il sugo come condimento per il primo e i pezzi interi del coniglio come secondo.

Categoriesricette tipiche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *