Lo spezzatino con le patate alla maniera di mia suocera…una cottura lenta per un secondo piatto succulento, di cui mio marito e mio figlio Francesco vanno matti. Ho provato più ad alleggerire la ricetta, ma poi mi sono rassegnata, perché ogni volta la “smusavano” un po’…

Ingredienti per 6

  • 1 kg di polpa di vitello tagliata a cubetti
  • 1 kg di patate sbucciate e tagliate a tocchetti
  • un trito fatto con 1 carota, 1 costa di sedano, 1 cipolla
  • olio extravergine d’oliva
  • brodo di carne
  • sale
  • pepe
  • 1 cucchiaio di farina
  • 1 cucchiaio di concentrato di pomodoro
  • ½ bicchiere di vino bianco
  • un rametto di salvia e uno di ramerino
  • olio di arachide

Procedimento

In una casseruola dai bordi alti scaldare l’olio e farvi appassire il battuto di odori per una decina di minuti. Unire lo spezzatino e lasciarlo rosolare, girandolo con un mestolo. Versare a pioggia la farina setacciata sulla carne e, quando sarà stata assorbita, sfumare la carne con il vino. Coprire lo spezzatino con il brodo di carne, aggiungere il concentrato di pomodoro, la salvia, il ramerino, il sale, coprire la casseruola e cuocere, su fuoco basso, per circa due ore, mescolando via via.

Nel frattempo versare l’olio di arachide in una larga padella e quando sarà caldo versarvi le patate in un unico strato e farle dorare ben bene su tutti i lati, senza però cuocerle completamente. Scolarle e adagiarle su carta assorbente da cucina affinché perdano l’unto in eccesso.

Unirle allo spezzatino, aggiungendo altro brodo caldo e proseguire la cottura fino a quando la carne sarà diventata tenera.

 

CategoriesSenza categoria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *