E’ una ricetta che, anni fa, mi ha insegnato Luca, il cuoco della mensa della scuola di Indicatore. E’ un ottimo cuoco e in quel periodo la mensa scolastica era un vero piacere, per il palato e per gli occhi!

Ripropongo questo piatto in occasioni di una certa importanza ed è sempre un successo.

Ingredienti per 4

  • 2 piccioni con il loro fegatino; in mancanza di quest’ultimo, usare fegatini di pollo
  • 3 o4 fette di pancarré sbriciolato
  • aglio, alloro, salvia e rosmarino
  • un uovo
  • brodo
  • olive nere
  • 4 fette di pane casalingo

Procedimento

Rosolare i fegatini con olio, aglio, alloro, salvia e rosmarino. Aggiungere un po’ di sale e di pepe. Tritare finemente, far freddare, unire il pancarré sbriciolato, l’uovo e amalgamare gli ingredienti.

Farcire i piccioni con il composto preparato e chiudere l’apertura con uno stecchino.

Far rosolare bene i piccioni in una casseruola adeguata con olio, aglio, alloro, salvia e rosmarino. Aggiungere sale e peperoncino.

Versare un po’ di vino nero e farlo sfumare. Portare a cottura con il brodo; occorre un’ora abbondante.

Far tostare in forno le fette di pane leggermente imburrate; sistemare sopra ogni fetta mezzo piccione e servire con il fondo di cottura, in cui si sono fatte insaporire le olive nere. Decorare il vassoio con foglie di salvia.

CategoriesSenza categoria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *