marmellata-di-mandarini-4.JPG

E’ una vera ghiottoneria e la mia collega Carla è veramente una maestra nel prepararla. Per Natale ci  ha regalato un vasetto di marmellata e la ricetta affinché tutte possiamo diventare autonome!

INGREDIENTI:

  • 1,200 kg di mandarini preferibilmente non trattati
  • 800 g. di zucchero

PROCEDIMENTO:

Sbucciare i mandarini e tenere da parte lebucce di 10 frutti. Tagliare a metà i mandarini come se si dovessero spremere e togliere tutti i semi.

E’ preferibile compiere questa operazione sopra un recipiente per non disperdere il succo dei mandarini stessi.

Lasciare in infusione per due o tre ore, i mandarini con tutto lo zucchero (direttamente nel recipiente dove si faranno cuocere).

Nel frattempo tagliare a filetti le bucce tenute da parte, versarle in acqua bollente e farle cuocere per 10 minuti; scolarle e raffreddarle sotto acqua corrente.

Aggiungere le bucce ai mandarini e lasciar cuocere il tutto a fuoco moderato per un’ora o più, a seconda della consistenza desiderata.

CategoriesSenza categoria
  1. antonina says:

    Sono una italiana che abita a Mallorca da tanti anni, sono una fanatica delle marmellate. Noi facciamo colazione solamente con le marmellate fatte da me! Mi manca quella di mandarini e sicuramente provero la tua!!!!!!!!!!! Ti faro sapere come e venuta! Bacioni da Mallorca.Antonina

  2. antonina says:

    Sono Antonina da Mallorca,ho fatto la marmellata di mandarini con la tua ricetta e sinceramente e venuta buonissimaaaaaa! Se posso dare un consiglio fate le marmellate con lo zucchero di canna intregale e aggiungete 1 o 2 mele grattugiate,sono molto ricche in pecticina, e aiuteranno a densificare in modo naturale la marmellata. Lo zucchero integrale le confiere un bel colore ambrato! Se domani ho tempo faccio quella di aranci amari!!!!!!1 milione di grazie!Bacioni da Mallorca.Antonina

  3. Gabriella says:

    Il mio piccolo alberello di mandarini quest’anno ha i mandarini dopo che farò la marmellata ti farò sapere. A presto Gabriella

  4. Alessandro di Bologna says:

    Sono un grande amante delle marmellate di agrumi. Tempo addietro mia figlia al ritorno da una vacanza nel Salento mi ha portato una confezione di marmellata di mandarino prodotta in loco. Purtroppo è finita molto presto ed ho cominciato a cecarne id uguale ma senza risultati (o troppo dolce, o troppo omogenea…) Poi la folgorazione: E se me la facessi io ? Ho cercato su internet ed ho trovato subito questa . Detto fatto ieri ho provato ed il risultato decisamente perfetto ! Grazie

  5. mariateresa says:

    Apprezzo molto le tue ricette che ormai fanno parte del mio bagaglio culinario. ora vorrei farela marmellata di mandarini, ma mi sorge un dubbio:i mandarini vanno pesati con o senza buccia?Ti ringrazio e di complimenti per il tuo sito
    ciao maria teresa

  6. Romeo says:

    Tprego dimmi Tu……
    Se io faccio tanta marmellata,tipo 5/10 barattoli,quale e’ il miglior modo per conservarli (naturalmente con il sottovuoto che si crea al momento della chiusura a testa in giu’ nel barattolo)e quanto tempo al massimo si mantiene una marmellata(scusami “confettura”) fatta in casa?
    Grazie mille
    Romeo
    PS:
    Quella di mandarini,anche se ho dovuto passarla, e’ venuta una delizia!!!

  7. Marcella says:

    Per maggior sicurezza, faccio sempre bollire i barattoli per una ventina di minuti dall’inizio dell’ebollizione. In questo modo la marmellata si conserva anche per due anni.

  8. Noemi says:

    Salve
    io ho provato a fare questa marmellata è non mi è riuscita…. cioè sembra come se lo zucchero non si sia sciolto bene…sembra una caramella di zucchero…qualcuno sa dirmi dove ho sbagliato??
    Posso dirvi solo che ad un certo punto ho frullato un po la marmellata col frullatore a immersione… potrebbe essere stato quello??
    Grazie

  9. Marcella says:

    Non so dirti dove puoi aver sbagliato. Io comunque non passo mai la marmellata, mi piace sentirci i pezzi di frutta.
    Seguendo il procedimento e rispettando le dosi, l’anno scorso, durante un progetto di educazione alimentare, nei panni della cuoca Stegamina,ho preparato la marmellata di mandarini con i bambini della scuola dell’infanzia Il Bastione. E’ riuscita benissimo ed era una quantità industriale: ogni bambino ha sbucciato tre o quattro mandarini.
    Riprova! In cucina ci vuole pazienza.

  10. Giuseppe Calce says:

    E’ la prima marmellata di mandarini che mi accingo a fare. Avrei cortesemente bisogno di chiederti una informazione. L’infusione di mandarini e zucchero di cui parli (per tre ore circa), viene fatta senza aggiunta di acqua ed ovviamente a freddo, ossia, se ho capito bene lasciando semplicemente riposare i mandarini con lo zucchero. Correggimi se ho capito male.
    Ti saluto cordialmente e grazie anticipate.
    Giuseppe

  11. letizia says:

    Non vedo l’ora di provarla! Secondo te si possono ridurre le dosi di zuccchero? io sarei tentata di dimezzare la quantita di zucchero che tu ci indichi…che ne pensi?
    Grazie

  12. Marcella says:

    Non lo farei. Nelle altre marmellate riduco al minimo la quantità di zucchero, ma questa non risulta mai troppo dolce e, con meno zucchero temo che non si addensi. Se però provi, poi fammi sapere…

  13. letizia says:

    Ho provato con circa 500gr di zucchero e circa 1,3 kg di mandarini. LA marmellata si è addensata benissimo, e il sapore è veramente buono un gusto intenso di mandarino! Grazie ora sto provando con dello zucchero integrale di canna ti farò sapere il risultato! A presto

  14. Sergio says:

    Mia moglie e io l’abbiamo fatta il 28 ed è venuta molto bene per consistenza, profumo e sapore. Grazie! Noi abbiamo usato 3 kg di mandarini – che sono diventati 1,4 Kg di polpa e bucce – e 800 g. di zucchero. Il risultato ci sembra un ottimo equilibrio di dolce e amaro. Per favorire l’addensamento abbiamo versato anche il succo di un limone e abbiamo inserito nel recipiente di cottura un sacchetto di cotone contenente i semi dei mandarini utilizzati. Due suggerimenti ricevuti da altra fonte e che ci sono sembrati utili. Ancora grazie: ci siamo divertiti parecchio…

  15. Mirella da Palermo says:

    Ho seguito alla lettera la tua ricetta ed il risultato è stato ottimo (alla prima esperienza!). In pratica su 1,2 kg di manderini si hanno circa 800 gr di polpa + le scorzette.
    Con le stesse bucce ho poi preparato anche il liquore, mettendole in 500 cc di alcool.

  16. francesca says:

    ciao! oggi ho fatto la marmellata per la seconda volta seguendo la tua ricetta con delle piccole modifiche e devo dire che sono davvero soddisfatta! Ho usato per 1,3 kg di mandarini 500 gr di zucchero di canna, nell’infusione oltre allo zucchero e ai mandarini ho aggiunto anche una grossa mela renetta grattugiata, e quando poi ho messo il tutto a cuocere ho aggiunto al primo bollore il succo di un limone spremuto. E’ venuta buonissima!!! Il sapore di mandarino è intenso e quasi piccante. La cottura lenta e a fuoco minimo è durata circa un’ora e mezza dal primo bollore.
    Grazie ancora.

  17. Annalisa says:

    L’ho fatta ieri, ma è diventata una pietra, e poi è venuta pochissima solo un barattolo (e nemmeno pieno) con 1.200 gr di mandarini e 800 gr di zucchero. Ora mi chiedo c’è un modo per recuperarla o butto tutto?

  18. Margherita says:

    Mi accingo a fare la marmellata di mandarini e ho un dubbio. Hai parlato di bollire i barattoli per una ventina di minuti. Parli di barattoli di vetro già riempiti o da riempire di marmellata?

  19. anna says:

    ciao marcella, le mie amiche fanno la marmellata con il fruttapec così la bollitura si riduce a 10 minuti o poco più e non c’è il pericolo che non si addensi e in più si risparmia gas. tu che ne pensi?
    imbarattolare la marmellata bollente su barattoli precedentemente sterilizzati (li faccio bollire 10 minuti) non va bene per la conservazione?
    mi hanno regalato una cassa di mandarini buonissimi non trattati e voglio fare una buona marmellata, mi serve un chiarimento sulla tua ricetta: i mandarini vanno messi a cuocere tagliati a metà? non li devo spezzettare ulteriormente?
    grazie anna

  20. Marcella says:

    Cara Anna, rispondo alle tue domande:
    1. In passato ho usato anch’io qualche volta il fruttapec. I vantaggi che tu enunci sono tutti giusti, ma, a mio avviso, si ottiene una marmellata dalla consistenza uguale a quelle che si trovano in commercio e allora tanto vale acquistarla già pronta! E’ squisita anche uin po’ più fluida.
    2. Per quello che ne so, imbarattolare la marmellata calda in vasi sterilizzati e subito capovolti, serve a creare il sottovuoto. Io però mi fido di più della bollitura, soprattutto se conservi la marmellata per tempi un po’ più lunghi. La mia è buona anche dopo due anni.
    3. Se usi la procedura che ho descritto, non è necessario che tu spezzetti ulteriormente i mandarin i, perchè si disfano man mano che cuociono. Se però usi il fruttapec, sminuzzali perchè dieci minuti di cottura non sono sufficienti a disfarli.
    Ciao e buon lavoro!

  21. Federica says:

    E’ la prima volta che faccio una marmellata in vita mia….ed è venuta buonissima!! ^___^ Unica variante: ho dovuto usare lo zucchero di canna perchè il bianco non lo avevo.
    Domanda: e…se per metà li lascio pezzi pezzi e per metà li passo prima col passaverdure? Magari si dilluisce un pò la consistenza, temo che sia venuta un pò troppo a pezzettoni!
    Cmq grazie per la ricetta!!Sono troppo contenta!!

  22. Claudio says:

    Ho modificato la vostra ricetta sulla marmellata di mandarini per gli amanti del biologico, ed è venuta una delizia, eccola:

    INGREDIENTI:

    600 g di mandarini da agricoltura biologica
    300 g di fruttosio

    PROCEDIMENTO:

    Sbucciare i mandarini privandoli dei semi e della pellicina bianca che avvolge gli spicchi, aggiungere il fruttosio, la buccia grattugiata di qualche mandarino e lasciare a macerare per 2 ore.
    Cuocere a fuoco moderato per circa un’ora. Si ottiene un barattolo da 450 g di marmellata.

  23. paola says:

    Sto facendo in questo momento la marmellata, ho aggiunto un bastoncino di cannella. Sono terrorizzata dal botulino, quindi volevo sapere per bene, una volta fatta la marmellata, qual’è il procedimento della bollitura dei barattoli ecc.
    Ed un’altra domanda la marmellata va cotta con il coperchio o senza?
    grazie

  24. Marcella says:

    La marmellata cuocila scoperta.
    Lava bene tappi e barattoli, se vuoi essere più sicura sterilizzali: mettili in un recipiente, coprili d’acqua fredda e falli bollire per una ventina di minuti. Toglili e falli asciugare sistemandoli, capovolti, su un canovaccio pulito.
    Metti la marmellata nei vasi, chiudili bene, mettili in una pentola capiente e coprili bene d’acqua fredda. Controlla che il livello dell’acqua superi i tappi e che, durante la bollitura, i barattoli non restino mai scoperti. Dal momento in cui l’acqua comincia a bollire, calcola 30 – 40 minuti. Fai freddare i barattoli nell’acqua.

  25. paola says:

    Grazie mille.
    Ti volevo dire che la marmellata è venuta buonissima, alla tua ricetta ho fatto qualche piccola modifica: di zucchero ho messo solo 500 gr (perché non ne avevo più) ed ho aggiunto un mezzo bastoncino di cannella.

  26. clelia says:

    io faccio da anni la marmellata di mandarini,
    uso però solo 400 grammi di zucchero e sterilizzo i vasetti per20 minuti.
    dura tantissimo ed è ottima perchè non è troppo dolce.
    provare per credere!!!I

  27. angela says:

    ho fatto la marmellata di mandarini alcune volte perchè è ottima soprattutto per le crostate.il procedimento e le dosi sono quelli di marcella, ma per ogni kg. di mandarini aggiungo un limone senza buccia e pellicine e due carote grattuggiate.

  28. Marcella says:

    @ Anna
    Il botulino, infatti, non si forma nelle marmellate né nelle confetture perché il loro tenore di zucchero è letale per questo batterio anaerobio.

  29. monica says:

    Ho appena fatto la marmellata,ed è venuta deliziosa!!!!!
    Anch’io ho utilizzato lo zucchero di canna e ho aggiunto una mela grattugiata
    Soddisfattissima

  30. anna says:

    ciao! mi chiamo anna, e sono tedesca.
    ho appena finito a fare la marmellata. la consistenza va benissimo. l´unico problema e che il sapore e diventato tanto amaro. deve essere cosi il sapore?
    o erano le buccie che ho aggiunto?
    grazie mille

  31. tinivlot says:

    Provate questa: 1kl zucchini,800 di zucchero, 2 limoni, sale, foglie di menta.
    Lavate gli zucchini lessateteli in acqua e un pizzico di sale, per 5 minuti,scolati tagliuzzateli a tocchetti.
    Grattuggiate la pelle di uno dei limoni e poi li spremete
    Ponete in pentola le zucchine, lo zucchero il succo dei limoni,e la buccia grattugiata.
    45 minuti, a fuoco moderato e si passa il tutto col passa verdure (fori grandi).
    rimettete per addensare sul fuoco moderato per 10 minuti mescolando.
    Mettete la marmellata nei barattoli con alcune foglie di menta,sterilizzate.
    Mi auguro che sia di vostro gusto. dalla Spagna un saluto……

  32. rosanna says:

    ho provato a fare la tua ricetta ma per la fretta ho aggiunto le bucce nell’infusione anzicè prima delòla cottura! credi sia un grave problema? ciao grazie!

  33. elisa says:

    anch’io ho ripreso a fare le marmellate. alla marmellata di manderini aggiungo durante la cottura bastoncini di cannella e chiodi di garofano.

  34. milena scrive: says:

    Molto buona,ha avuto un gran successo in famiglia, io sono stata più scarsa con lo zucchero gr.400.
    Grazieeeeeeeeeeeeeeeeeee

  35. mariateresa says:

    sono di Sorrento, la patria degli agrumi, arance, limoni e in alcuni giardini resistono ancara alberi di mandarini , proprio ieri mio marito mi ha portato una cesta di marzolini buonissimi. con una parte delle bucce ho preparato un infuso in alcool per un rosolio, con i mandarini nudi mi accingerò ad eseguire la tua ricetta che mi sembra buona. Ti farò sapere. La ricetta del rosolio è la segunte: 20 mandarini freschi non trattati, solo bucce,un litro di alcool 95° gradi, adatto per liquori. Porre in infusione le bucce per una settimana. Sciogliere un chilo di zucchero a caldo in un litro di acqua, facendo attenzione a non far bollire l’acqua e fondere del tutto lo zucchero. quando il tutto è ben freddo unirlo all’alcool con le bucce. Lasciare ancora un giorno in infusione, infine filtrare e imbottigliare. Attendere almeno un mese prima di berlo. ciao

  36. anna scordio says:

    @milena tra le due ricette: mandarini e arance il procedimento è uguale….io vario una piccola cosa la meta di frutta e di bucce la passo al mini pimer l’altra metà di frutta a pezzettoni e l’altra metà di bucce tagliate a julien la cottura a fuoco moderato trenta minuti da quando inizia il bollore….lo zucchero non influisce sulla densità.buona marmellata a tutti

  37. mariateresa says:

    ciao ho fatto la tua marmellata di mandarini ,ma ho aggiunto più zucchero prchè non si solidificava. E’ venuta buonissima. Grazie ciao Mariateresa di Sorrento

  38. Pingback:Insalata di riso con melone e feta

  39. Pingback:Ricetta marmellata di arance. Cucinare le arance. Ricetta marmellata

  40. patty says:

    marcella, dalla conversazione animata questo mi sembra il giusto blog
    mi sono appena trasferita in un apt al piano terra dove crescono due aranci stupendi e carichi di frutta ed un mandarino che fa arance belle, grandi e buoni…ahime’ a me non piace il mandarino!!!
    per Natale voglio regalare la marmellata quindi domani sperimentero’ per la prima volta questa delizia….ho una sola domanda: vari altri blog e siti di ricette non sbucciano i mandarini, li lessano interi per una mezzora, poi li aprono per togliere gli ossetti ed infine ribolliscono il tutto. Che ne dici? provo cosi’???

  41. admin says:

    @patty. Ti rispondo in ritardo perchè in questi giorni sono impegnata a fare la nonna. Se hai già fatto la marmellata, fammi sapere il risultato. Io ho sempre seguito passo passo la ricetta

  42. Marcella says:

    @Sarah. E’ una bella domanda! Quando preparo la marmellata di solito triplico abbondantemente le dosi… Comunque dipende dalla capienza dei barattoli. Con la dose indicata dovrebbero venire circa 4 barattoli da 250 g.

  43. evi says:

    io non sbuccio i mandarini perchè qui in campagna da me(trapani) si maturano in questo periodo un tipo di mandarino detto”marzullo” con una buccia finissima e quasi niente bianco,se li trovate provate a fare la marmellata ,sono eccezionali!buona marmellata a tutti!

  44. Marcella says:

    @MARCELLA
    Finalmente qualcuna con il mio nome!!! Perchè non mi mandi la ricetta del mandarinello? E’ un liquore che non conosco e potrebbe essere un’ottima idea per i regali del prossimo natale…

  45. Marcella says:

    Meglio tardi che mai.
    Liquore al mandarino :
    22 mandarini
    1litro di alcool
    Sbucciare i mandarini e metterli da parte eventualmente per la marmellata.
    Prendere le bucce, se sono spesse pulire un pò dal bianco. Metterle in infusione in un recipiente capiente con il litro di alcool per 20/30 giorni circa.
    Una volta passato detto periodo, eliminare le bucce con un colino (l’anno scorso io le bucce le ho surgelate per usarle per fare creme al sapore di mandarino), e mettere l’alcool unitaente a 800 gr. di zucchero in altro recipiente al buio per 30 giorni circa, rimescolando ogni tanto, al buio. Alla fine di detto periodo imbottigliare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *