A

Arrosto morto di coniglio

Arrosto morto di coniglio: un arrosto cotto non in forno ma in una casseruola dal fondo spesso. La cottura avviene su fiamma bassa e per lungo tempo, in tal modo la carne diventa morbida e delicata.

Ingredienti

  • 1 coniglio già pronto per la cottura e diviso in pezzi non troppo piccoli
  • 1 limone
  • qualche foglia di salvia
  • qualche rametto di rosmarino
  • 1-2 spicchi d’aglio sbucciati e affettati
  • vino bianco
  • olio extravergine di oliva
  • sale
  • pepe

Procedimento

Riempire una ciotola d’acqua con il succo del limone e immergervi i pezzi di coniglio. Tenerli in ammollo per una mezz’ora (questo passaggio serve per togliere quel gusto un po’ selvatico al coniglio).

Versare dell’olio in una casseruola che possa contenere la carne in un unico strato, togliere il coniglio dall’acqua senza scolarlo troppo e metterlo nella casseruola con l’olio ancora freddo.

Aggiungere la salvia e il rosmarino tritati, le fettine d’aglio, il sale, il pepe e mettere su fuoco piuttosto basso. Far ritirare tutta l’acqua, quindi far rosolare bene la carne su tutti i lati.

Quando sarà ben rosolata, versare un bicchiere di vino bianco e lasciarlo sfumare. Se la carne non è ancora cotta, unire un mezzo bicchiere di acqua tiepida e lasciarla ritirare pian piano.

I tempi di cottura variano in base alla qualità del coniglio: per la cottura del mio, uno di quelli ruspanti e allevato in maniera naturale, sono occorse un paio d’ore.

Categoriesricette tipiche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *